Perché

I siti internet hanno sempre una pagina chi siamo.
Io sono invece convinto che inPrimis debba soprattutto spiegare perché.
Nel mondo caotico e frettoloso di oggi, abbiamo immaginato un servizio di informazione in breve, dove poter accedere con un click alle notizie principali della giornata, saltando quelle che non interessano.

Uniamo notizie in breve a rapidi approfondimenti da ascoltare per restare aggiornati sui temi che per noi sono importanti e che non sempre trovano spazio nell'informazione fast-food sinonimo di junk-food.


Noi vorremmo un'informazione fast good  che non può prescindere dalla nostra visione del mondo.

Ogni mattina quando mi sveglio per registrare le notizie e inviarle vorrei aver scelto le parole giuste, perché i fatti sono fatti ma il modo di raccontarli cambia la percezione.
Quando diamo le notizie dobbiamo sempre ricordare che viviamo in una società profondamente ingiusta, che questo sistema non si deve dare per scontato, perché cambiarlo è possibile. 
Noi nel nostro piccolo, proviamo a farlo un minuto alla volta senza mettere le ideologie in primo piano. Ci piace proporre in breve dei fatti, con qualche piccola chiave di lettura.
Speriamo che vi piaccia e diteci cosa ne pensate, scrivendomi direttamente a francesco@inprimis.today 

Non abbiamo sponsor particolari. Ci sostengono le donazioni di chi ci ascolta, e chi ci ascolta riceve ogni giorno una newsletter a cui può associare una donazione continuativa. Chi dona riceve nella newsletter tutti i contenuti scritti del nostro notiziario, con il link alla maggior parte delle fonti. La trovi qua 
https://francescozambelli.substack.com/

Francesco Zambelli, direttore e fondatore di inPrimis
Inprimis
0:00 0:00