18 Maggio 2020

Notiziario del 18 maggio

Al via le riaperture di esercizi commerciali, bar, ristoranti, parrucchieri; ;e linee guida di sicurezza, un metro di distanza interpersonale e mascherine nei luoghi chiusi; il confronto tra Governo e Regioni; De Luca critica, la Campania non segue le altre regioni; giornata dei musei, ma in Italia la maggior parte non riapre; riaprono le funzioni religiose, oggi chiese e sinagoghe, settimana prossima le moschee; calano i contagi in Italia, Lombardia sempre maglia nera; FCA chiede le garanzie su un prestito da 6,3 miliardi, diversi politici chiedono che la sede torni in Italia; Coronavirus nel resto del mondo; Oms, non è il momento di festeggiare ma di prepararsi all'autunno; Israele, Netanyahu ottiene la fiducia al governo con Gantz; Egitto, arrestata una giornalista che intervistava la madre di un attivista *Le nostre rubriche* *Finanza etica e non solo* a cura di valori.it: Finanza etica per la ripresa; *Immigrazione in un minuto* di Stefano Galieni: Il decreto sulla regolarizzazione dei migranti è una brutta pagina, perché si è persa un'occasione; *Una data in un minuto* di Daniele Piacentini: 18.5.44 Finisce la battaglia di Cassino (FR); *Filosofia in un minuto* di Carmen Dal Monte: Focault e la follia;
News
  1. cronaca

    Al via le riaperture di esercizi commerciali, bar, ristoranti, parrucchieri

    1:00
  2. politica

    Le linee guida di sicurezza, un metro di distanza interpersonale e mascherine nei luoghi chiusi

    0:39
  3. politica

    Il confronto tra Governo e Regioni

    0:24
  4. politica

    De Luca critica, la Campania non segue le altre regioni

    0:20
  5. cronaca

    Giornata dei musei, ma in Italia la maggior parte non riapre

    0:34
  6. cronaca

    Riaprono le funzioni religiose, oggi chiese e sinagoghe, settimana prossima le moschee

    0:13
  7. cronaca

    Calano i contagi in Italia, Lombardia sempre maglia nera

    0:44
  8. cronaca

    FCA chiede le garanzie su un prestito da 6,3 miliardi, diversi politici chiedono che la sede torni in Italia

    0:24
  9. estero

    Coronavirus nel resto del mondo

    0:41
  10. estero

    Oms, non è il momento di festeggiare ma di prepararsi all'autunno

    0:13
  11. estero

    Israele, Netanyahu ottiene la fiducia al governo con Gantz

    0:23
  12. estero

    Egitto, arrestata una giornalista che intervistava un attivista

    0:09
Prime Pagine
  1. Corriere della Sera

    0:47
  2. Repubblica

    0:41
  3. Il Fatto Quotidiano

    0:43
  4. Libero

    0:16
  5. La Stampa

    0:31
Rubriche
  1. finanza

    Finanza etica per la ripresa

    2:10
  2. immigrazione

    Il decreto sulla regolarizzazione dei migranti è una brutta pagina, perché si è persa un'occasione

    1:58
  3. filosofia

    Focault e la follia

    2:09
  4. data

    18.5.44 Finisce la battaglia di Cassino (FR)

    1:08
Riaprono oggi le attività di commercio al dettaglio, i negozi, i bar, i ristoranti e i parrucchieri; nel decreto riaperture sono indicate anche le date successive: dal 25 maggio riaprono piscine e palestre, dal 15 giugno cinema e teatri, concerti fino a 1000 persone all'aperto e 200 al chiuso, i centri estivi per minori. Secondo confcommercio erano 800mila le attività di commercio e dei servizi di mercato ancora in lockdown, da capire quanti riapriranno, ad esempio alcune stime dicono che tra bar e ristoranti saranno solo 7 su dieci a ad aprire. Viene meno l'obbligo di autocertificazione e si può viaggiare liberamente nel territorio regionale, mentre per i viaggi tra regioni diverse bisogna aspettare il 3 giugno, come anche si potrà viaggiare nel resto dell'unione europea e nell'area schengen. si possono visitare gli amici, ma resta il divieto di assembramento.

Rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi, le linee guida prevedono per i ristoranti non più due metri tra un tavolo e l'altro, ma un metro tra un cliente e l'altro, menu usa e getta, divieto di buffet e consumazioni al banco solo se possibile mantenere le distanze. Vietate le riviste da consultare da parrucchieri ed estetiste. Nei negozi di abbigliamento anche i clienti dovranno usare guanti messi a disposizione dal negozio. In ogni esercizio dovranno essere a disposizione igienizzanti per le mani.
La distanza minima interpersonale è stata accorciata a un metro, tranne che nell'attività sportiva.


Nella notte di sabato c'è stato un confronto tra il governo e le regioni, e alla fine sta a quest'ultime la responsabilità sulla ripartenza, con la possibilità del governo di intervenire e chiudere altre zone rosse in caso di nuovi focolai.


Differenze tra le varie regioni ci sono: in Lombardia e Veneto le mascherine sono obbligatorie anche all'aperto, in Lombardia va misurata la febbre ai clienti anche nei ristoranti.
Il governatore della Campania De Luca ha rifiutato di firmare l'intesa, accusando che "su alcune norme di sicurezza generale deve pronunciarsi il ministero
della Salute, non è accettabile che il Governo scarichi opportunisticamente tutte le decisioni sulle Regioni".

Oggi, giornata internazionale dei musei, non ci saranno i musei aperti in gran parte d'Italia. Sebbene sia possibile aprirli infatti sono molti che hanno scelto di prendere qualche giorno in più per attuare le misure di sicurezza, e non solo perché il lunedì è giorno di chiusura per molti. Milano dovrebbe riaprire la settimana prossima, Galleria Borghese riaprirà domani come gli scavi di Paestum, ma il Colosseo probabilmente il 28 maggio mentre Pompei il 26, ma solo per passeggiare a itinerario prestabilito senza entrare nelle domus. Manca ancora una data certa per gli Uffizi di Firenze e la Torre di Pisa.

Oggi si torna anche nelle chiese rispettando la distanza così come nelle sinagoghe. Per le moschee la riapertura è prevista lunedì prossimo, ognuno dovrà portarsi il tappetino da casa e compiere le abluzioni previste al proprio domicilio.


I dati del contagio raccontano 145 nuovi decessi nelle 24 ore precedenti il bollettino di ieri sera, portando il totale ufficiale delle persone morte e testate a 31.908; aumentano ancora i guariti, di 2.366 unità, rispetto a un aumento dei contagi di 675 persone. In totale in Italia sono state contagiate 225.435 persone, di cui le attualmente positive sono 68.351. La Lombardia, con circa metà dei casi di nuovi contagi e quasi la metà dei morti, si conferma la regione con il bilancio peggiore d'Italia, seguita da Piemonte, Emilia Romagna e Lazio.

Fiat chrisler automotive, società con sede legale in Olanda e fiscale nel Regno unito, ha chiesto attraverso la sua controllata FCA Italy un prestito pubblico di 6,3 miliardi a Intesa Sanpaolo e allo Stato italiano di ottenere le garanzie dei decreti di aiuto alle aziende.
Diversi politici hanno chiesto di rimettere le sedi in Italia per avere questo prestito.



In Spagna la riapertura non coinvolge la capitale Madrid e la capitale della Catalogna Barcellona. La Francia ipotizza di organizzare il secondo turno delle elezioni comunali, molto contestato quando si era tenuto mentre in Europa iniziava il lock down, per la fine di giugno. Il Brasile ha ormai superato la Spagna e l'Italia come numero di contagiati, sono 233mila, i morti sono 15mila 662. In India il lockdown è stato prolungato fino al 31 maggio, ma diversi Stati potranno modulare in autonomia le regole che riguardano le aperture di negozi e attività produttive. Nel paese i casi sono 90mila, più della Cina, con circa 4mila casi nuovi al giorno.

il direttore regionale europeo dell'organizzazione mondiale della sanità ha detto che non è il momento di festeggiare, nonostante l'allentamento del lockdown, ma di prepararsi a una possibile ripresa del virus, soprattutto in autunno.



Ha ottenuto la fiducia il governo di coalizione con premier Netanyahu, nonostante il processo per corruzione, e il suo ex alleato poi avversario e ora nuovamente alleato Benny Gantz, che dovrebbe alternarsi con Netanyahu tra un anno e mezzo. La prima comunicazione è stata che è "arrivato il momento di applicare la sovranità di Israele" ad aree della Cisgiordania.

La direttrice del sito indipendente egiziano Mada Masr è stata arrestata mentre stava intervistando la madre di un attivista.


Almeno venti civili, tra cui vecchi, donne e bambini, sono stati uccisi nella provincia di Ituri, nel nordest della Repubblica Democratica del Congo. Altre 17 persone sono state ferite. L'attacco viene attribuito a uno dei gruppi armati attivi nel paese, il Codeco.


11.55 Continuano a salire i contagi in Russia: 9.709 casi di infezione da
Coronavirus nelle ultime 24 ore, per la terza volta in una settimana il livello
di contagio è attorno a quota 10 mila. La Russia diventa così il secondo Paese
al mondo, dopo gli Usa, per numero totale di malati che sono 281.752. In lieve
calo rispetto al giorno prima i decessi, 119,record dall'inizio della pandemia.
I morti in totale sono 2.631.

Nel carcere di Ravenna un detenuto è stato trovato positivo al covid-19. Sono stati scattati 200 tamponi tra detenuti e agenti.


Rai MESSICO, ASSASSINATO TERZO GIORNALISTA Un giornalista messicano è stato
assassinato nel Nord del Paese. Si chiamava Jorge Armenta ed è stato vittima di
un agguato nel quale è stato ucciso anche un poliziotto e un altro è stato
ferito E' il terzo giornalista ucciso in Messico dall'inizio dell'anno.
Attivista dei diritti dell'uomo, la vittima aveva ricevuto minacce e beneficiava
di un programma di protezione. Il Messico è uno dei Paesi più pericolosi al
mondo per i cronisti. Secondo Reporter senza frontiere, lo scorso anno ne sono
stati assassinati 10.



Inprimis
0:00 0:00